La Val di Sole è la meta ideale per gli amanti di ciclismo, che sia ciclismo su strada che mountain bike.

La vastità della Valle ed i collegamenti consentono agli amanti di cicloturismo di scoprire luoghi ed affrontare percorsi unici, tra panorami mozzafiato.

Itinerari Mountain Bike :

  • Percorso della “Lec” : 8.3 km – Livello Diffocoltà : Facile

Malè – Strada Provinciale 141 in direzione Bolentina – dopo il primo tornante si gira a destra su strada sterrata, proseguendo per 100 mt – si gira a sinistra verso la Val di Rabbi – dopo 2 km di percorso si scende fino alla loc. “Birreria” – si prosegue sul lato sinisto del torrente Rabbies dopo una leggera saluta si prosegue e si incontra l’abitato di Pracorno, si attraversa il ponte sopra il torrente e si prende la Strada Provinciale 86 della Val di Rabbi – si prosegue per circa 100 metri verso la Chiesa di Pracorno – segue un tratto in discesa di circa 1.5km che si ricongiunge alla Strada Provinciale – si prosegue quindi fino a ritornare in località “Birreria” e quindi per Malè.

  • Percorso Fiume Noce : 6.9 km – Livello Difficoltà : Facile

Malè – ci si dirige verso la zona dei Molini, fino alla località “Regazzini-Tavernetta” – si raggiunge il Ponte sul Rio La Val e si prosegue per un breve tratto in salita (50 mt) – si prende quindi la strada sterrata che corre in discesa in direzione di San Biagio-Tovare – si supera l’antico opificio conosciuto con il nome di “Calcara” – prosegue la strada con piccoli tratti di discesa e salita che si alternano – si prende quindi la strada che conduce in località “Molini di Terzolas” – si prosegue nel tratto in discesa superando i masi e si raggiunge la pista ciclabile che riconduce a Malè.

  • Percorso “Alla scoperta delle Valli” : 12.2 km – Livello Difficoltà : Media

Malè – si prosegue verso la Strada Provinciale 141 fino a raggiungere Bolentina – si prosegue verso località “Mas de Mez” ci si inoltre nel bosco dopo un piccolo tornante, si gira a destra su una strada sterrata che conduce alla “Sega di Bolentina” zona panoramica sulle Val di Sole e Val di Rabbi – si svolta a sinistra e si prosegue in un tratto in salita verso la Malga Bassa di Bolentina – si prosegue verso “Piazza Merendaia”.

  • Percorso “I Borghi della Val di Sole”: 23.2 km – Livello Difficoltà : Facile

Malè – si prosegue in direzione di Trento sulla Strada Provinciale 42 – si prosegue verso Terzolàs – si supera il Palazzo Torraccia e si prosegue a sinistra su un leggero tratto in salita, proseguendo in direzione Samoclevo percorrendo un tratto in salita si raggiunge l’antica Rocca – finito il tratto asfaltato si gira a destra raggiungendo San Giacomo – si prosegue lungo un sentiero sterrato verso il paese di Cis – si gira a destra e ci si inoltra nella pineta raggiungendo una strada poderale che conduce al borgo di Cis e verso il Ponte di Mostizzolo – ci ricongiunge quindi alla pista ciclabile che riporta a Malè.

  • Percorso “L’Antica Strada dell’Imperatore” : 37 km – Livello Difficoltà : Difficile (per esperti)

Dimaro – si prosegue in direzione di Carciato – in prossimità del paese di Caricato si gira a destra percorrendo una strada che porta al bosco – si gira a destra e si raggiunge il torrente Meledrio – si attraversa il piccolo ponte di legno e si prosegue lungo una stradina sterrata in direzione della Strada Statale 239, si gira a sinistra seguendo un percorso in leggera salita, superati alcuni tornanti la strada si immerge nel bosco fino a raggiungere la Malga di Presson – si prosegue verso Passo Campo Carlo Magno – si prosegue tenendo sempre la destra e si arriva alla Strada Statale 239 Madonna di Campiglio-Domaro in località Prà del Mazza – si segue il sentiero sulla sinistra che conduce alla Malga Mondifrà – si raggiunge quindi Passo Campo Carlo Magno – sempre sulla destra prima di incrociare la strada statale si trova una strada sterrata che conduce alla Malga Darè – oltrepassata la malga si prosegue verso Malga di Dimaro – si gira a sinistra su una stradina sterrata con forte pendenza che conduce in località Malghet Haut – da qui si scende verso Malga Panciana si prende quindi la Strada Provinciale 2026 di Marilleva – si segue la strada per 1km circa, sulla destra una strada sterrata conduce alla Malga di Alazzago – si prosegue verso Costa Rotian e si torna a Dimaro.

  • Percorso “Il Lago dei Caprioli” : 20.5 km – Livello Difficoltà : Medio

Mezzana – si prosegue sulla pista ciclabile fino a Fucine e si raggiunge Ossana – dopo la Chiesa di San Virgilio si prosegue in direzione Val Piana – ci si inoltra nel bosco costeggiando le rive del torrente Foss – si prosegue sulla sinistra seguendo le indicazioni per il Lago dei Caprioli – si percorre una strada sterrata in salita che si noltra nel bosco, e conduce al parcheggio – si procede per circa un kilometro e sir aggiunge il lago – una volta giunti al Lago dei Caprioli, si riprende la strada in direzione del parcheggio e si prosegue verso Pellizzano seguendo le indicazioni per Malga Fazzon Alta- si prende una strada sterrata in salita, con tratti anche molto ripidi – si gira a sinistra in direzione di Marilleva e si prosegue per un kilometro, si gira su una stradina di nuova costruzione e si prosegue per 300 mt, a questo punto si prende una stradina che attraversa il bosco e riporta a Mezzana.

  • Percorso “Parco Naturale dello Stelvio” : 27 km – Livello Difficoltà : Difficile (per esperti)

Cogolo  – ci si dirige in direzione di Celledizzo, qui si prende una strada sterrata che conduce alla Malga Broche – si prosegue per circa 2 km in leggera salita e si seguono le indicazioni per Coronaccia-Malga Pontevecchio – si scende poi per un piccolo tratto  e si prende la strada che conduce alla centrale idroelettrica in località Malga Mare – passata la centrale si prosegue seguendo le indicazioni per il sentiero SAT 127 – si arriva quindi ad una strada pianeggiante e si raggiungono Peio paese e Malga Saline – si continua seguendo le indicazioni verso Rifugio Scoiattolo – qui il sentiero diventa un po’ impegnativo con un tratto in salita – si raggiunge un rifugio – da qui si percorre il tracciato della pista da sci seguendo le indicazioni per Peio paese – si prosegue sulla Strada Provinciale 87 – si incontra l’Area Faunistica – si prosegue attraverso il sentiero botanico e si torna a Cogolo.

  • Percorso “Tappa Transalp 2006” : 47.6 km – Livello Difficoltà : Difficile (per esperti)

Questo percorso è famoso per essere stato una tappa della corsa ciclistica Transalp del 2006.

Malè – si seguono le indicazioni per la Strada Provinciale 141 – poi verso Bolentina per circa 6 km – si scende poi verso Montés e poco prima di entrare nel paese si prende la strada sulla destra, un sentiero sterrato che conduce ai Masi di Montés – quando si raggiunge il tornante si gira a sinistra – qui si prosegue per un breve tratto in discesa per poi ritrovarsi di fronte ad una repentina salita di circa 50mt – si attraversa un piccolo ruscello e si incontra una nuova salita molto impegnativa – continua la strada con saliscendi fino a raggiungere i Masi da Mont – si prosegue in discesa e si arriva in località Castellir – si gira a sinistra lungo un’antica mulattiera – si prende poi la strada che proviene da Mastellina e conduce in località Novaia – da qui la strada porta a Mestriago per procedere poi verso Piano e raggiungere la pista ciclabile – si prosegue sulla ciclabile fino ad incontrare il paese di Fucine – si procedere verso Ossana e Val Piana – si giunge in un bosco, fiancheggiando il torrente Foss – si prosegue a sinistra, seguendo le indicazioni per il Lago dei Caprioli – si arriva al parcheggio e dopo un chilometro al lago – giunti al lago si riprende la strada percorsa e si torna al parcheggio e si prosegue in direzione di Pellizzano – la strada, sterrata e in salita, prosegue verso la Malga Fazzon Alta – una volta superata la malga si seguono le indicazioni per Marilleva, si prosegue per un chilometro – si procede fino ad incontrare il sentiero SAT 2020, si segue questo percorso in salita per 2 km – si seguono le indicazioni per il Rifugio Orti – si segue quindi la strada sterrata che percorre le piste da sci e si arriva al Rifugio Orso Bruno – si prende a questo punto la grande strada sterrata che scende di quota e che conduce in località Malghet Aut – poco prima di raggiungere la località, si trova una strada che scende in direzione di Malga Folgarida di Dimaro – si prende poi una caratteristica mulattiera che attraversa il bosco, qui le indicazioni sono meno frequenti, si giunge però in un’area paludosa da qui si può raggiungere una stradina che proviene dalla Malga di Darè e che conduce alla statale 239 attraversando prima il torrente Meledrio – si prosegue quindi in direzione Campo Carlo Magno – prima di raggiungere il centro abitato si trova, sulla sinistra un sentiero che attraversa il bosco e si collega alla strada che conduce alla Malga Mondifrà – si incontra sul percorso la Funivia Grostè – si prende un sentiero sterrato che conduce in località Grotte e poi a Madonna di Campiglio, qui nel 2006 era allestito il traguardo della Tappa Transalp.

Pista Cliclabile Val di Sole :

Questa pista ciclabile si sviluppa su un tracciato, di facile percorrenza, di 35km.

Il tracciato della pista ciclopedonale della Val di Sole parte dal Ponte di Mostizzolo, in prossimità della stazione ferroviaria Trento-Malè, si attraversa quindi un tratto di bassa quota con boschi e campagne coltivate, in direzione del borgo di Malè, principale comune della Valle di Sole.

La pista prosegue poi verso il paese di Cavizzana, incontrando il fiume Noce,  il Castello di Caldes e la Rocca di Samocleva, la pista prosegue poi attraverso la Valle di Rabbi, si raggiunge quindi il paese di Malè la pista ciclabile costeggia il paese e prosegue verso Dimaro, Mestriago, Ossana, Fucine, Cogolo.