La Valle di Rabbi, compresa nel Parco Naturale dello Stelvio, si caratterizza per la presenza delle sue rinomate terme, famose per la particolare presenza di anidride carbonica delle sue acque; l’acqua infatti, per la sua composizione è adatta per le terapie che prevedono il suo utilizzo come bibita, ma può essere usata anche nei trattamenti di numerosissime altre patologie.

La struttura delle Terme di Rabbi si presenta con uno stile elegante; al suo interno vengono offerte cure idropiniche, balneoterapia e passeggiate terapeutiche grazie alla presenza di numerose piscine.

L’acqua di queste terme si costituisce come bicarbonato-alcalina ferruginosa, per questo si rende adatta per i trattamenti riguardanti la cura di patologie quali flebopatie, ipertensione arteriosa, obesità. malattie dell’apparato digerente e di quello urinario, sinusiti croniche e arteriopatie croniche.

Le acque delle terme erano già conosciute ed apprezzate nel corso del 1600 e a partire dal XIX secolo divennero oggetto di imbottigliamento con lo scopo di commercio; l’acqua che va a costituire le terme sgorga da una sorgente che si trova nelle montagne del complesso Ortles-Cevedale e sono efficaci nella cura di malattie della circolazione e reumatiche.